f t g m
  • Parola della grazia di Ispica

  • Pastori fondatori

  • Interno della sala di culto

  • Esterno della CHIESA

Copyright 2020 - Custom text here

La Chiesa

 In questo momento la chiesa è a casa di ciascuno di noi poiché la chiesa vera non è un luogo fisico in cui le persone si incontrano per stare insieme, ma è fatta da tutte quelle persone che sono unite nello spirito, indipendentemente dal luogo in cui si trovano.

Matteo 16:13  Poi Gesù, giunto dalle parti di Cesarea di Filippo, domandò ai suoi discepoli: «Chi dicono gli uomini che io, il Figlio dell'uomo, sia?». 14 Ed essi dissero: «Alcuni, Giovanni Battista, altri Elia, altri Geremia, o uno dei profeti». 15 Egli disse loro: «E voi, chi dite che io sia?». 16 E Simon Pietro, rispondendo, disse: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente». 17 E Gesù, rispondendo, gli disse: «Tu sei beato, o Simone, figlio di Giona, perché né la carne né il sangue ti hanno rivelato questo, ma il Padre mio che è nei cieli. 18 Ed io altresì ti dico, che tu sei Pietro, e sopra questa roccia io edificherò la mia chiesa e le porte dell'inferno non la potranno vincere. 19 Ed io ti darò le chiavi del regno dei cieli; tutto ciò che avrai legato sulla terra, sarà legato nei cieli, e tutto ciò che avrai sciolto sulla terra sarà sciolto nei cieli».

 

Al versetto 18 Gesù dichiara che l’unione delle persone nate di nuovo ed unite nello stesso spirito sono la Sua chiesa, e l’inferno non potrà prevalere su di essa.

Ogni singolo cristiano che fa parte del corpo di Cristo può emettere decreti e questi si avvereranno perché sarà DIO a realizzarli se sono in accordo alla Sua Parola.

E’ la presenza dello Spirito Santo dentro di noi che permette questo.

nell’adempimento della chiamata divina, la chiesa può far rimanere sbigottita la gente che non crede in DIO, se agisce quando è il Signore che dice di farlo e come farlo. Per questo dobbiamo essere in comunione e sincronizzati con lo Spirito Santo affinché ciò che faremo sarà efficace.

La chiesa primitiva faceva delle cose soprannaturali ma anche noi, oggi, in quanto chiesa, possiamo farle se non rimaniamo attaccati ai ragionamenti umani od a quello che la scienza dice. Leggiamo in:

 

Atti 13:5 Giunti a Salamina, annunziarono la parola di Dio nelle sinagoghe dei Giudei; or avevano anche Giovanni come aiutante. 6 Poi, attraversata l'isola fino a Pafo, trovarono lì un mago, falso profeta giudeo, di nome Bar-Gesù, 7 che stava col proconsole Sergio Paolo, uomo prudente. Costui, chiamati a sé Barnaba e Saulo, cercava di ascoltare la parola di Dio, 8 ma Elimas, il mago (questo infatti è il significato del suo nome) resisteva loro, cercando di allontanare il proconsole dalla fede. 9 Allora Saulo, detto anche Paolo, ripieno di Spirito Santo, fissando gli occhi su di lui, disse: 10 «O uomo pieno di ogni frode e di ogni malizia, figlio del diavolo, nemico di ogni giustizia, non la smetterai tu di pervertire le diritte vie del Signore?

 

Quando siamo sicuri che stiamo facendo la volontà di DIO, ovvero operiamo secondo quanto lo Spirito Santo ci dice di fare, potremo decretare al diavolo di piegarsi al volere di DIO e di allontanarsi da noi.

E’ tempo che la chiesa prenda autorità e proclami decreti così come fece l’apostolo Paolo dinanzi al mago Elimas.

 

Atti 13:11 Ora dunque, ecco, la mano del Signore è su di te, e sarai cieco senza vedere il sole per un certo tempo». Immediatamente caddero su di lui caligine e tenebre; e andava attorno in cerca di chi lo conducesse per mano. 12 Allora il proconsole, visto ciò che era accaduto, credette, colpito dalla dottrina del Signore

 

Se si ha la franchezza dello Spirito Santo, le nostre parole saranno ascoltate e riconosciute come Parola del Signore, così come accadde al proconsole di cui abbiamo letto.

Il mago Elimas era chiaramente un gregario di satana ed era sotto influenza di demoni, ed il suo scopo era quello di allontanare dalla fede il proconsole. Ma il proconsole fu colpito dalle parole di Paolo perché DIO gli aveva dato certezza nel suo cuore.

Occorre, quindi, che ci riprendiamo la nostra posizione di figli di DIO ed usiamo l’autorità sul diavolo perché questi sono gli ultimi tempi prima dell’avvento dell’anticristo, che avrà il pieno controllo sulla terra; sarà un uomo come tutti gli altri ma che seguirà il progetto di satana; ma fin quando ci saranno i figli di DIO sulla terra, che hanno la chiesa nei loro cuori e che sono i chiamati fuori dal peccato e che si lasciano guidare dallo Spirito Santo, il diavolo non potrà attuare il suo piano, anche se in questo tempo sta già facendo delle prove tecniche. Ciò continuerà fin quando la chiesa non sarà rapita da Gesù.

 

2 Tessalonicesi 2:7 Il mistero dell'empietà infatti è già all'opera, aspettando soltanto che chi lo ritiene al presente sia tolto di mezzo.

 

Dopo il rapimento della chiesa, sarà ricostruito il tempio a Gerusalemme così come si evince nelle Scritture. In pratica dopo che lo Spirito Santo sarà ritirato dalla terra per volere di DIO, insieme alla chiesa che è la sposa di Cristo.

I segni si stanno accelerando e ci sono sempre più manifestazioni di spettacoli di morte in televisione, come i cortei di camion militari che trasportano le bare con i cadaveri dei morti per corona virus.

Il mondo intero ha paura ma noi, in quanto chiesa, non dobbiamo avere uno spirito di paura perché Gesù ci ha detto che le porte dell’Ades non hanno alcun potere sui figli di DIO. C’è una minaccia mondiale che incombe e le persone che non hanno DIO, vivono nella paura, ma i figli di DIO sanno che queste cose devono accadere; è DIO che sta permettendo questo perché poi accadranno altri eventi affinché le Scritture si adempiano. Infatti DIO ha predestinato tutto prima della fondazione del mondo.

Tutto questo sta permettendo che Gesù torni a rapire la Sua chiesa; perciò dobbiamo pregare per essere pronti ad andare con Lui in cielo e festeggiare le nozze dell’Agnello.

E’ tempo anche di evangelizzare da casa, raggiungendo telefonicamente le persone per incoraggiarle a piegare le ginocchia dinanzi a DIO ed accettarlo nei loro cuori, facendogli fare la preghiera di salvezza.

 

Atti 4:24 All'udire ciò, alzarono all'unanimità la voce a Dio e dissero: «Signore, tu sei il Dio che hai fatto il cielo, la terra, il mare e tutte le cose che sono in essi, 25 e che mediante lo Spirito Santo hai detto, per bocca di Davide tuo servo: "Perché si sono adirate le genti e i popoli hanno macchinato cose vane? 26 I re della terra si sono sollevati e i principi si sono radunati insieme contro il Signore e contro il suo Cristo". 27 Poiché proprio contro il tuo santo Figlio, che tu hai unto, si sono radunati Erode e Ponzio Pilato con i gentili e il popolo d'Israele, 28 per fare tutte le cose che la tua mano e il tuo consiglio avevano prestabilito che avvenissero. 29 Ed ora, Signore, considera le loro minacce e concedi ai tuoi servi di annunziare la tua parola con ogni franchezza, 30 stendendo la tua mano per guarire e perché si compiano segni e prodigi nel nome del tuo santo Figlio Gesù».

 

Dopo che accadde il miracolo dello zoppo, Pietro e Giovanni ebbero dei problemi causati dai sacerdoti che li minacciarono di non predicare più in nome di Gesù. Nessuno, però, pregò affinché le bocche dei sacerdoti rimanessero chiuse, ma tutti pregarono, invece, che i servi del Signore potessero continuare ad essere ripieni di Spirito Santo per parlare con franchezza alle genti.

E’ lo Spirito Santo che deve darci la franchezza di parlare ai nostri cari e dare loro il messaggio della salvezza; dobbiamo pregare perché siamo negli ultimi tempi per avere la franchezza per parlare a tutti coloro che conosciamo e non, che ancora non si sono arresi a Cristo.

 

Luca 18:6 E il Signore disse: «Ascoltate ciò che dice il giudice iniquo. 7 Non vendicherà Dio i suoi eletti che gridano a lui giorno e notte. Tarderà egli forse a intervenire a loro favore? 8 Sì, io vi dico che li vendicherà prontamente. Ma quando il Figlio dell'uomo verrà, troverà la fede sulla terra?».

 

Dobbiamo pregare all’unanimità che sia trovata la fede sulla terra quando tornerà Gesù ed incoraggiare tutti a mettersi a posto dinanzi a DIO.

Perciò nutriamo il nostro cuore con la Parola di DIO e parliamo molto tempo in lingue affinché saremo riempiti di Spirito Santo. Amen.

Cerca

Classe post incontro

Dalla seconda settimana di Febbraio avrà inizio la classe di preparazione al discepolato del post incontro, che incoraggia i partecipanti che hanno fatto l'incontro recentemente a consolidare la Parola ricevuta e l'impartizione, a non perdere le benedizioni che lo Spirito Santo ha già elargito per affrontare il mondo da guerrieri più che vincitori. Gli studi saranno fatti ogni Venerdì alle ore 19:30 Insegnante: Pastore Pina Cavallo

Scuola di formazione biblica 2'liv.

Ogni Venerdì alle ore 19:30 vengono impartiti degli insegnamenti atti a consolidare la fede cristiana e ad incoraggiare ogni discepolo a cercare la propria chiamata nel proposito di Dio. Vi possono partecipare i battezzati in acqua e coloro che sono membri effettivi della Chiesa, predisposti ad essere discepolati. Si richiede l'aver partecipato alla classe di 1' livello.

Porte aperte

Compassion

Fai la tua donazione con bonifico bancario

CONTO SU BANCA INTESA SAN PAOLO

BENEFICIARIO: A.C.A.P.

(Associazione Cristiana Aiuto prossimo)

IBAN:

IT37T0306909606100000067488