f t g m
  • Parola della grazia di Ispica

  • Pastori fondatori

  • Interno della sala di culto

  • Esterno della CHIESA

Copyright 2020 - Custom text here

Non siamo soli

 

Lo spirito che vuole scoraggiare a vivere nel mondo, fa percepire alle persone di essere soli, ma noi i cristiani che hanno nel cuore Gesù non sono mai soli, Lui stesso lo ha detto in:

 

Giovanni 14:19 Ancora un po' di tempo e il mondo non mi vedrà più, ma voi mi vedrete; poiché io vivo, anche voi vivrete.

 

Gesù ci ha detto che non ci lascerà fino alla fine e che sta e starà sempre con noi, anche se il mondo non può vederlo; questo perché c’è un’altra realtà, quella spirituale, in cui si trova il regno di DIO, è una realtà soprannaturale in cui possono vedere solo coloro che sono nati di nuovo. Il mondo non può vedere ma noi sì se ci abituiamo ad avere un cuore predisposto ad entrare nel mondo dello spirito attraverso l’ascolto e la lettura della Parola che ci rende sensibili al soprannaturale.

Nel mondo dello spirito non ci sono limiti ma ci sono tutte le benedizioni che sono nei luoghi celesti, pronte per noi da portare sulla terra.

Purtroppo ci son ancora cristiani che non vivono nello spirito ma vivono solo nei loro sensi naturali e quindi, possiamo dire, che non sono tanto diversi da coloro che non conoscono Gesù.

 

Isaia 55:3 Porgete l'orecchio e venite a me, ascoltate e la vostra anima vivrà; e io stabilirò con voi un patto eterno, secondo le grazie stabili promesse a Davide.

 

Già da adesso DIO vuole che viviamo nel mondo dello spirito perché siamo cittadini dei cieli, oltre ad essere cittadini di questa terra. Questo ci permette di non dare ascolto alle bugie del diavolo ma alle Parole di di DIO che sono vita per noi.

 

Giovanni 6:68 E Simon Pietro gli rispose: «Signore, da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna.

 

Gesù dà ristoro al nostro spirito, mettendo pace nel nostro cuore con la sua presenza e le sue parole, che sono come acqua fresca che innaffia lo spirito e ci fa sentire di essere creature celesti; come tali possiamo essere simili a Gesù se facciamo la volontà del Padre ogni giorno, come la faceva Lui quando era sulla terra.

Per questo è necessario pregare DIO affinché ci equipaggi ogni giorno per fare la sua volontà. L’equipaggiamento è lo Spirito Santo che ci è stato dato e che resta sempre con noi. E’ Lui che ci trasmette la volontà di DIO Padre.

 

Giovanni 14:15  «Se mi amate, osservate i miei comandamenti. 16 Ed io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Consolatore, che rimanga con voi per sempre, 17 lo Spirito della verità, che il mondo non può ricevere, perché non lo vede e non lo conosce; ma voi lo conoscete, perché dimora con voi e sarà in voi.

 

Quindi noi non siamo soli se non ignoriamo il Consolatore, che è lo Spirito della Verità che il mondo non può ricevere perché in esso c’è lo spirito della bugia, dell’egoismo, della cattiveria, che è un unico spirito che trae in inganno coloro che sono del mondo.

Non dobbiamo, perciò, dare credito alle informazioni che le varie trasmissioni televisive danno, perché sono pilotate dallo spirito di questo mondo che non crede in DIO o che se ci crede non segue la verità assoluta contenuta nella Bibbia, che spesso viene considerata come un racconto mitologico.

A noi spetta essere persone ripiene di Spirito Santo attraverso la lettura della Bibbia poiché è lo Spirito Santo che la rivela nei nostri cuori e ci guida ogni giorno.

 

Giovanni 14:11 Credetemi che io sono nel Padre e che il Padre è in me; se no, credetemi a motivo delle opere stesse. 12 In verità, in verità vi dico: chi crede in me farà anch'egli le opere che io faccio; anzi ne farà di più grandi di queste, perché io vado al Padre.

 

Se vogliamo essere credibili, dobbiamo essere come Gesù, anche attraverso il fatto che non parliamo un linguaggio senza speranza od un linguaggio pieno di paure, perché la nostra vita è nascosta in DIO e possiamo compiere opere soprannaturali come pregare per i malati per la guarigione ed essi guariscono così come faceva Gesù ed anche i suoi discepoli che erano fermi nella fede in DIO.

 

Luca 4:1 Or Gesù, ripieno di Spirito Santo, ritornò dal Giordano e fu condotto dallo Spirito nel deserto, 2 e per quaranta giorni fu tentato dal diavolo; durante quei giorni non mangiò nulla; ma quando furono trascorsi, egli ebbe fame.

 

Considerando questi due passaggi contenuti nei suddetti versetti, ci accorgiamo che Gesù fu condotto nel deserto solo dopo essere stato ripieno di Spirito Santo e fu tentato dal diavolo per 40 giorni mentre Gesù continuava a vivere alla presenza del Padre proprio grazie alla pienezza dello Spirito Santo; fu questo che permise a Gesù di non cedere alle continue tentazioni del diavolo.

La tentazione ci fa guardare solo nel mondo naturale e ci fa ragionare solo per quello che vediamo con la mente razionale, per questo possiamo avere la percezione di essere rimasti soli. Ma i veri cristiani non sono soli, per questo non devono rattristare il Consolatore con pensieri razionali, perché Lui è portatore della Verità assoluta e ci ricorda che siamo figli del DIO altissimo.

Quando mettiamo a tacere le bugie del diavolo e ci fortifichiamo nel Signore Gesù, riceviamo la potenza di DIO e possiamo fare le stesse cose che Gesù faceva, agendo nel soprannaturale.

Per questo, quando il nemico ci tenta, dobbiamo zittirlo e prendere consapevolezza dichiarando che siamo figli di DIO; questo avverrà se avremo l’olio nella lampada essendo ripiena della Parola di DIO e non piena delle bugie del mondo.

 

Giovanni 1:12 ma a tutti coloro che lo hanno ricevuto, egli ha dato l'autorità di diventare figli di Dio, a quelli cioè che credono nel suo nome,

 

Coloro che hanno creduto nelle Parole di Gesù, sono veri figli di DIO, perché Lui è la via, la verità, la vita ed è colui che ci dà la pace.

In qualità di figli dell’Eterno diamo fastidio al diavolo, per questo il mondo non ci riceve e ci ostacola.

 

Romani 8:14-16 Poiché tutti quelli che sono condotti dallo Spirito di Dio sono figli di Dio. 15 Voi infatti non avete ricevuto uno spirito di schiavitù per cadere nuovamente nella paura, ma avete ricevuto lo Spirito di adozione per il quale gridiamo: «Abba, Padre». 16 Lo Spirito stesso rende testimonianza al nostro spirito che noi siamo figli di Dio.

 

Molte persone non credono alle nostre parole ma credono nelle opere che facciamo attraverso la pienezza dello Spirito Santo, e sarà Lui a dare testimonianza che siamo figli di DIO e quindi in grado di fare le opere che Gesù ci ha chiamato a fare.

 

Galati 4:6 Ora perché voi siete figli, Dio ha mandato lo Spirito del Figlio suo nei vostri cuori che grida: «Abba, Padre».

 

Non siamo più servi ma figli di DIO ed in quanto tali abbiamo il diritto di prendere le benedizioni preparate da nostro Padre. Se siamo figli dell’Eterno, anche noi siamo eterni e non saremo ma orfani.

 

Giovanni 14:18 Non vi lascerò orfani; tornerò a voi.

 

Gesù stesso ci ha detto che non saremo orfani; siamo figli chiamati a servire il nostro Padre celeste e possiamo affermare che il Salmo 91 è per noi e ci aiuta a filtrare le bugie contenute nelle notizie che il mondo ogni giorno ci propone. Amen

 

 

Cerca

Classe post incontro

Dalla seconda settimana di Febbraio avrà inizio la classe di preparazione al discepolato del post incontro, che incoraggia i partecipanti che hanno fatto l'incontro recentemente a consolidare la Parola ricevuta e l'impartizione, a non perdere le benedizioni che lo Spirito Santo ha già elargito per affrontare il mondo da guerrieri più che vincitori. Gli studi saranno fatti ogni Venerdì alle ore 19:30 Insegnante: Pastore Pina Cavallo

Scuola di formazione biblica 2'liv.

Ogni Venerdì alle ore 19:30 vengono impartiti degli insegnamenti atti a consolidare la fede cristiana e ad incoraggiare ogni discepolo a cercare la propria chiamata nel proposito di Dio. Vi possono partecipare i battezzati in acqua e coloro che sono membri effettivi della Chiesa, predisposti ad essere discepolati. Si richiede l'aver partecipato alla classe di 1' livello.

Porte aperte

Compassion

Fai la tua donazione con bonifico bancario

CONTO SU BANCA INTESA SAN PAOLO

BENEFICIARIO: A.C.A.P.

(Associazione Cristiana Aiuto prossimo)

IBAN:

IT37T0306909606100000067488