f t g m
  • ISPICA

  • Pastori fondatori

  • Interno della sala di culto

  • Esterno della CHIESA

Copyright 2021 - Custom text here

Maestro buono

 

Matteo 19:16  Ed ecco, un tale si avvicinò e gli disse: «Maestro buono, che devo fare di buono per avere la vita eterna?». 17 Ed egli disse: «Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, se non uno solo, cioè: Dio. Ora, se tu vuoi entrare nella vita, osserva i comandamenti».

 

Il giovane ricco per prima cosa disse a Gesù che Lui sin da piccolo osservava i comandamenti perché aveva dei sentimenti buoni verso DIO.

 

Matteo 19:21 Gesù gli disse: «Se vuoi essere perfetto, va', vendi ciò che hai, dallo ai poveri e tu avrai un tesoro nel cielo; poi vieni e seguimi».

 

Qui il termine “perfetto” non vuol dire essere una persona che non sbaglia mai, che è un leader ammirato da tutti e seguito da tutti, né tanto meno significa essere una persona che ha successo in tutto quello che fa, ma, significa che se non si vuol perdere l’opportunità di seminare, in questa vita, per la vita eterna, è bene comprendere ciò che dice Gesù in:

 

Matteo 19:24 E ve lo ripeto: È più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno di Dio».

 

Qui Gesù ci fa comprendere che per vivere nel regno di DIO, su questa terra, dobbiamo vivere di Lui e delle sue promesse, oltre che del suo amore, e non portare dentro il nostro cuore tutte le cose che ci potrebbero tenere lontani da DIO, come ad esempio l’essere troppo legati alle cose terrene e dare loro un valore maggiore di quello che hanno, facendo prendere loro il posto che spetta a DIO nel nostro cuore.

Gesù è il maestro buono perché tutto quello che dice è amabile, è giusto, è degno di essere ascoltato ed é il vero tesoro; perciò dobbiamo stare attenti a non idolatrare le cose terrene che di per sé hanno un valore minimo perché senza di esse si può vivere sulla terra ma con esse non si può vivere nel regno di DIO.

 

Giacomo 1:17 ogni buona donazione e ogni dono perfetto vengono dall'alto e discendono dal Padre dei lumi, presso il quale non vi è mutamento né ombra di rivolgimento.

 

Ogni donazione ed ogni dono perfetto sono quelli che discendono dal cielo, dal DIO buono e ci aiutano ad entrare nel regno.

Perciò dobbiamo dare il giusto valore alle cose del cielo.

 

Proverbi 14:12 C'è una via che all'uomo sembra diritta, ma la sua fine sfocia in vie di morte.

 

La via di cui si parla è la via dei beni che il giovane ricco si portava nel suo cuore, idolatrandoli e che gli impedivano di camminare nella via delle cose del regno.

Anche Eva intraprese la via sbagliata perché guardò con forte desiderio il frutto dell’albero che gli era stato proibito toccare, proprio perché l’avrebbe allontanato dalle cose del regno di DIO.

Quindi dobbiamo stare attenti alla via che stiamo percorrendo, perché spesso possiamo essere ingannati e credere che stiamo camminando in una via che solo apparentemente è quella giusta, ma che di fatto non lo è, perché non conforme al punto di vista di DIO.

Infatti, la via sbagliata è seguire le cose che ci sembrano buone senza considerare il fatto che ci stanno allontanando dallo stare alla presenza di DIO e che ci stanno distraendo.

Tutti i beni materiali che abbiamo, sono cose terrene che Cristo ci ha donato per vivere su questa terra ed appartengono a Lui, ecco perché dobbiamo chiedergli come gestirli.

Ci è utile fare una tabella delle cose che vengono da DIO, alle quali dobbiamo dare il giusto valore, secondo la Parola di DIO:

1) DONO DELLA VITA e dei genitori che ci hanno permesso di nascere, crescere mentre si sono sempre presi cura di noi.

 

Efesini 6:1 Figli, ubbidite nel Signore ai vostri genitori, perché ciò è giusto. 2 «Onora tuo padre e tua madre», questo è il primo comandamento con promessa, 3 «affinché tu stia bene e abbia lunga vita sopra la terra».

 

Quindi onorare i genitori non significa fare tutto quello che ci dicono quando diventati adulti ma prenderci le nostre responsabilità quando i genitori sono anziani o malati, accudendoli e prendendocene cura, perché questo ha un grande valore agli occhi di DIO.

 

2) IL DONO DI GESU’ , come sta scritto in:

 

Giovanni 3:16 Poiché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.

 

Dono che DIO ha dato dal cielo per la nostra salvezza eterna. Quindi Gesù è il dono più grande, dopo il dono della vita terrena, perché Egli è la porta di accesso alla vita eterna.

L’avere Gesù nel nostro cuore, ci permette di farlo vedere a coloro che ancora non lo hanno e che ancora sono fuori dal regno di DIO.

 

3) IL DONO DELLO SPIRITO SANTO che ci è stato dato nel giorno della Pentecoste e che ci permette di avere l’equipaggiamento spirituale di cui abbiamo bisogno; inoltre, è la persona che sostituisce Gesù sulla terra. Lo Spirito Santo è lo Spirito di DIO che ci sta sempre vicino, anche nei momenti di afflizione e che ci dà il discernimento della via buona e di quella sbagliata.

 

4) IL DONO DELLA PAROLA DI DIO che è ispirata dallo Spirito Santo e che ci aiuta a credere che la Bibbia è la vera parola di DIO, dove ci sono profezie inconfutabili riguardo alla vita di Gesù ed agli eventi che sarebbero successi.

 

5) I DONI MINISTERIALI che DIO ha dato alla chiesa, come sta scritto in:

 

Efesini 4:11 Ed egli stesso ha dato alcuni come apostoli, altri come profeti, altri come evangelisti e altri come pastori e dottori, 12 per il perfezionamento dei santi, per l'opera del ministero e per l'edificazione del corpo di Cristo, 13 finché giungiamo tutti all'unità della fede e della conoscenza del Figlio di Dio, a un uomo perfetto, alla misura della statura della pienezza di Cristo,

 

Ministeri dati ad uomini creati nel cielo proprio per aiutarci a comprendere la Parola di DIO ed a darci l’edificazione nel Corpo di Cristo, per raggiungere la sua perfetta statura, formandoci nel nostro credo, impostando la nostra vita e dandoci i doni di cui detto sopra per evitare di farci sviare da coloro che usano la Bibbia per realizzare i loro scopi personali e non per servire DIO. I veri doni spirituali servono ai cristiani per prepararli alle nozze con l’Agnello, che oggi, più che mai, sono molte vicine.

Importante è sapere che i veri ministri non esasperano la dottrina della prosperità sulla terra.

 

Isaia 1:19 Se siete disposti a ubbidire, mangerete le cose migliori del paese;

 

Se amiamo più di ogni cosa l’ubbidire a DIO e viviamo principalmente per questo, essendo felici, allora mangeremo le cose migliori perché stiamo amando l’ubbidienza a DIO e non perché amiamo le cose migliori della terra.

Spesso i cristiani non vedranno tutte le benedizioni promesse da DIO, come sta scritto in:

 

Ebrei 11:36  Altri ancora subirono scherni e flagelli, e anche catene e prigionia. 37 Furono lapidati, segati, tentati, morirono uccisi di spada, andarono in giro coperti di pelli di pecora e di capra, bisognosi, afflitti, maltrattati 38 (il mondo non era degno di loro), erranti per deserti e monti, in spelonche e grotte della terra. 39 Eppure tutti costoro, pur avendo avuto buona testimonianza mediante la fede, non ottennero la promessa, 40 perché Dio aveva provveduto per noi qualcosa di meglio, affinché essi non giungessero alla perfezione senza di noi.

 

Quindi non lasciamoci distrarre dalle cose terrene ma diamo loro il giusto valore e, soprattutto, alle cose del regno di DIO, perché la vita che ci aspetta è qualcosa di meraviglioso che ha un valore inestimabile e non paragonabile a quello che lasceremo su questa terra. Amen.

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca

Classe post incontro

Dalla seconda settimana di Febbraio avrà inizio la classe di preparazione al discepolato del post incontro, che incoraggia i partecipanti che hanno fatto l'incontro recentemente a consolidare la Parola ricevuta e l'impartizione, a non perdere le benedizioni che lo Spirito Santo ha già elargito per affrontare il mondo da guerrieri più che vincitori. Gli studi saranno fatti ogni Venerdì alle ore 19:30 Insegnante: Pastore Pina Cavallo

Scuola di formazione biblica 2'liv.

Ogni Venerdì alle ore 19:30 vengono impartiti degli insegnamenti atti a consolidare la fede cristiana e ad incoraggiare ogni discepolo a cercare la propria chiamata nel proposito di Dio. Vi possono partecipare i battezzati in acqua e coloro che sono membri effettivi della Chiesa, predisposti ad essere discepolati. Si richiede l'aver partecipato alla classe di 1' livello.

Porte aperte

Compassion

Fai la tua donazione con bonifico bancario

CONTO SU BANCA INTESA SAN PAOLO

BENEFICIARIO: A.C.A.P.

(Associazione Cristiana Aiuto prossimo)

IBAN:

IT37T0306909606100000067488