Le parole ci portano alla libertà ma con la santità

Scritto da Liliana Aloini
Visite: 32

 

Ebrei 12:14 Procacciate la pace con tutti e la santificazione, senza la quale nessuno vedrà il Signore, 15 badando bene che nessuno rimanga privo della grazia di Dio e che non spunti alcuna radice di amarezza, che vi dia molestia e attraverso la quale molti vengano contaminati;

 

Se abbiamo subìto qualcosa da qualcuno, dobbiamo perdonare e procacciare la pace con tutti, perché questo ci fa restare in comunione con DIO mentre la santificazione giornaliera ci fa vedere la gloria Sua su questa terra ed anche in cielo, ci separa dal male e ci fa conoscere Gesù.

L’amarezza contamina molti perché il diavolo lavora seminando zizzania che attecchisce se non risolviamo dentro di noi ciò che ci impedisce di perdonare e di chiedere perdono a nostra volta.

 

Giovanni 14:19 Ancora un po' di tempo e il mondo non mi vedrà più, ma voi mi vedrete; poiché io vivo, anche voi vivrete.

 

Avremo una nuova vita nello spirito se ci santificheremo mentre se non lo faremo, vedremo solo il male che c’è in questo mondo.

La santificazione ci è necessaria per ripulirci, così come facciamo nel naturale quando ci facciamo la doccia per pulire il nostro corpo.

Spiritualmente la purificazione ci permette di tenerci puliti quando ci capita di sporcare il nostro spirito.

 

Giovanni 3:3 Gesù gli rispose e disse: «In verità, in verità ti dico che se uno non è nato di nuovo, non può vedere il regno di Dio».

 

Chi non è nato di nuovo, non può vedere né il regno di DIO né il re che è Gesù. Se siamo nati di nuovo, siamo predisposti a vivere nell’amore e nella santificazione, procacciandola sempre. Perciò dobbiamo conferire grazia, attraverso le parole che escono dalla nostra bocca a coloro che hanno bisogno di essere consolate e perdonate.

La nostra libertà si mantiene nella misura in cui camminiamo in santificazione ogni giorno.

Il nascere di nuovo porta la guarigione dell’anima ed il rinnovamento della nostra mente, avendo nel cuore le cose del regno di DIO e non del mondo.

Non dobbiamo guardare al passato perché, se avviene questo, ci impedirà di avere la comunione con DIO ed anche il bisogno di stare con Lui.

 

2 Corinzi 3:18 E noi tutti, contemplando a faccia scoperta come in uno specchio la gloria del Signore, siamo trasformati nella stessa immagine di gloria in gloria, come per lo Spirito del Signore.

 

Stiamo molto attenti a stare alla presenza di DIO e restare separati dal peccato che è anche il non fare del bene quando lo potremmo fare.

 

Filippesi 4:8 Quanto al rimanente, fratelli, tutte le cose che sono veraci, tutte le cose che sono oneste, tutte le cose che sono giuste, tutte le cose che sono pure, tutte le cose che sono amabili, tutte le cose che sono di buona fama, se vi è qualche virtù e se vi è qualche lode, pensate a queste cose.

 

Anche i nostri pensieri possono contaminarci se non sono in linea con quanto DIO ci dice nella Scrittura.

La nostra santificazione è progressiva ed avviene giorno dopo giorno, decidendo di morire a noi stessi e di vivere per Cristo.

 

Matteo 10:37 Chi ama padre o madre più di me, non è degno di me; e chi ama figlio o figlia più di me, non è degno di me. 38 E chi non prende la sua croce e non viene dietro a me, non è degno di me. 39 Chi avrà trovato la sua vita, la perderà; ma chi avrà perduto la sua vita per causa mia, la ritroverà.

 

Non dobbiamo essere troppo attaccati alle cose terrene poiché ne resteremo senza, in quanto dovremo lasciare tutto prima o poi. Per questo ci è produttivo pensare alle cose del regno di DIO che sono quelle che ci apriranno le porte del regno dei cieli.

Diamo a DIO il nostro cuore e togliamo da quest’ultimo tutte le cose che amiamo di più per fare spazio alle cose dell’Eterno. Se faremo questo diventeremo operatori di giustizia per il regno di DIO.

I doni dello spirito ci sono stati dati con la santificazione, avremo la manifestazione dei doni carismata al momento opportuno, per l’utilità comune.

Lo Spirito di DIO ci darà le parole giuste per essere di benedizione per gli altri. E’ facile scandalizzare i piccoli spirituali se predichiamo l’amore di DIO e poi agiamo in conformità al mondo.

 

Matteo 18:6 Ma chi avrà scandalizzato uno di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse legata una macina d'asino al collo e che fosse sommerso nel fondo del mare.

 

Chi è scandalizzato non si recupera più, perché non crederà più a niente di quello che gli sarà detto riguardo alle cose di DIO. C’è una grande responsabilità nell’essere cristiani e nel mostrare l’amore di DIO. Siamo chiamati ad essere utili nello spirito gli uni per gli altri ed a non essere egoisti.

 

Romani 8:26 Nello stesso modo anche lo Spirito sovviene alle nostre debolezze, perché non sappiamo ciò che dobbiamo chiedere in preghiera, come si conviene; ma lo Spirito stesso intercede per noi con sospiri ineffabili.

 

Pregare nello Spirito ci permette di pregare nella maniera giusta, perché sarà Lui ad ispirarci ed a mostrarci per chi dobbiamo pregare, magari mettendoci un peso nel cuore per pregare al posto di chi in quel momento non è nelle condizioni per farlo perché sta soffrendo. Perciò è importante che ciascuno di noi abbia la sua cameretta segreta che ci fa entrare nel mondo dello Spirito e nei luoghi celesti.

 

Matteo 6:6 Ma tu, quando preghi, entra nella tua cameretta, chiudi la tua porta e prega il Padre tuo nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà pubblicamente.

 

Dopo essere stati in preghiera, DIO ci farà vedere nel naturale per chi stavamo pregando e che quella persona sarà liberata.

 

Ebrei 12:25  Guardate di non rifiutare colui che parla, perché se non scamparono quelli che rifiutarono di ascoltare colui che promulgava gli oracoli sulla terra, quanto meno scamperemo noi, se rifiutiamo di ascoltare colui che parla dal cielo, 26 la cui voce scosse allora la terra, ma che ora ha fatto questa promessa, dicendo: «Ancora una volta io scuoterò non solo la terra, ma anche il cielo».

 

Non dimentichiamo quello che DIO ci ha detto oggi attraverso la predicazione del nostro pastore e cerchiamo di metterla in pratica perché non potremo scampare quando il secondo cielo sarà scosso da DIO ed i dominatori e le potestà di questo mondo saranno svergognati perché sono i nemici delle creature destinate alla salvezza eterna.

Questo è un tempo per seminare e fare riflettere le persone sul tempo che sta arrivando. Amen.