f t g m
  • ISPICA

  • Pastori fondatori

  • Interno della sala di culto

  • Esterno della CHIESA

Copyright 2021 - Custom text here

LA FORZA DELLA RESURREZIONE seconda parte

 

Il messaggio di oggi è una continuazione di quello di domenica scorsa.

 

EFESINI 1:17  affinché il Dio del Signor nostro Gesù Cristo, il Padre della gloria, vi dia lo Spirito di sapienza e di rivelazione, nella conoscenza di lui, 18 e illumini gli occhi della vostra mente, affinché sappiate qual è la speranza della sua vocazione e quali sono le ricchezze della gloria della sua eredità tra i santi, 19 e qual è la straordinaria grandezza della sua potenza verso di noi che crediamo secondo l'efficacia della forza della sua potenza, 20 che egli ha messo in atto in Cristo, risuscitandolo dai morti e facendolo sedere alla sua destra nei luoghi celesti,

 

Quando leggiamo che siamo seduti nei luoghi celesti è perché noi siamo in Cristo ed è come se fossimo una cellula del Suo corpo.

L’efficacia della potenza di DIO è nella resurrezione di Cristo; infatti è DIO che ha steso il Suo braccio onnipotente ed ha preso Suo Figlio dalla morte che era stata decretata dal diavolo. Questo ci ricorda che DIO può liberare chiunque grida a Lui perché il Suo braccio è forte ed onnipotente.

Perciò ogni cristiano deve credere che il braccio onnipotente di DIO è capace di risolvere ogni problema , anche se a volte la soluzione non è quella che ci aspettiamo perché si deve adempiere il Suo proposito per ogni persona così come DIO lo ha pensato.

Dobbiamo prima cercare il regno di DIO e la sua giustizia, e poi ogni cosa ci sarà sopraggiunta.

 

ISAIA 52:10 L'Eterno ha messo a nudo il suo santo braccio agli occhi di tutte le nazioni; tutte le estremità della terra vedranno la salvezza del nostro DIO.

 

DIO ci ha fatto vedere i muscoli del Suo braccio per mostrarci la Sua potenza quando ha fatto resuscitare Gesù e da allora, tutto è diventato nuovo per coloro che riconoscono Cristo come loro Signore e Salvatore.

Avremo, quindi, il rinnovamento della mente ed opereremo così come operava Gesù.

E’ la tomba vuota di Gesù che fa la differenza nella nostra vita spirituale.

 

ISAIA 59:16 Egli ha visto che non c'era più nessuno e si è stupito che nessuno intercedesse; allora il suo braccio gli è venuto in aiuto e la sua giustizia lo ha sostenuto,

 

Il profeta Isaia afferma che ognuno pensava a sé stesso in quel tempo, lo stesso è quello che accade anche in questi tempi in cui l’egoismo dell’uomo lo porta a guardare solo il proprio bisogno e non quello degli altri. Ciò significa che ancora si è piccoli spiritualmente e non si è consapevoli che al di sopra di noi stessi c’è il regno di DIO e gli altri.

 

FILIPPESI 3:8 Anzi, ritengo anche tutte queste cose essere una perdita di fronte all'eccellenza della conoscenza di Cristo Gesù, mio Signore, per il quale ho perso tutte queste cose e le ritengo come tanta spazzatura per guadagnare Cristo, 9 e per essere trovato in lui, avendo non già la mia giustizia che deriva dalla legge, ma quella che deriva dalla fede di Cristo: giustizia che proviene da Dio mediante la fede, 10 per conoscere lui, Cristo, la potenza della sua risurrezione e la comunione delle sue sofferenze, essendo reso conforme alla sua morte, 11 se in qualche modo possa giungere alla risurrezione dai morti.

 

L’apostolo Paolo qui mostra di non essere arrogante ma di avere un grande zelo per DIO, sapendo che ogni giorno per lui, poteva essere l’ultimo a causa di tutte le minacce di morte che gli erano fatte.

Non diamo per scontato di giungere alla salvezza eterna, perché dobbiamo perseverare ogni giorno nella fedeltà verso DIO, essendo sostenuti dallo Spirito Santo, guardando alla meta ed all’onnipotenza del braccio di DIO.

Così adempiremo il proposito di DIO e raggiungeremo la meta, avendo la resurrezione che DIO ci ha promesso.

L’eredità dei santi ci fa condividere tutto quello che è di Gesù e che ci fa sedere con Lui sul trono in cui in questo momento Gesù sta compiendo il sacerdozio di Melchisedek in cui Lui intercede per noi.

Quanto più comprendiamo la resurrezione, tanto più comprenderemo che non c’è problema che DIO non possa o non voglia risolvere.

 

ROMANI 1:4 dichiarato Figlio di Dio in potenza, secondo lo Spirito di santità mediante la resurrezione dai morti: Gesù Cristo nostro Signore,

 

Gesù non è solo l’Unto, il Cristo, ma è anche il Figlio di DIO, non solo semplicemente il Messia che tutti aspettavano. In tutto il capitolo di 1 Corinzi 15 c’è la garanzia che noi possiamo resuscitare con un corpo non più corruttibile.

 

ATTI 1:3 Ad essi, dopo aver sofferto, si presentò vivente con molte prove convincenti, facendosi da loro vedere per quaranta giorni e parlando delle cose riguardanti il regno di Dio.

 

Qui Gesù non era più il semplice Messia ma il Gesù glorioso che può, se vuole, mangiare come un essere umano oppure no, e che potrebbe entrare oggi anche in una centrale nucleare senza subire alcun danno ma che non può entrare nei nostri cuori se non vogliamo riceverlo .

 

MARCO 16:5 Entrate dunque nel sepolcro, videro un giovanetto che sedeva dal lato destro, vestito di bianco, e rimasero spaventate. 6 Ed egli disse loro: «Non vi spaventate! Voi cercate Gesù il Nazareno che è stato crocifisso; è risuscitato, non è qui; ecco il luogo dove l'avevano posto.

 

Gesù nel giorno dell’ascensione salì in cielo ed allo stesso modo tornerà per portarci con Lui in volo in cielo.

Da quando Gesù è risorto non dipende più dallo Spirito Santo ma decide da sé stesso, poiché dopo che è salito in cielo, ha mandato lo Spirito Santo per guidare ognuno di noi fino al Suo ritorno. Per essere sicuri di avere la salvezza eterna, ogni giorno dobbiamo agire con la sapienza che ci viene dallo Spirito Santo.

 

Atti 10:38 come Dio abbia unto di Spirito Santo e di potenza Gesù di Nazaret, il quale andò attorno facendo del bene e sanando tutti coloro che erano oppressi dal diavolo, perché Dio era con lui.

 

LUCA 24:25 Allora egli disse loro: «O insensati e tardi di cuore a credere a tutte le cose che i profeti hanno detto! 26 Non doveva il Cristo soffrire tali cose, e così entrare nella sua gloria?».

 

Qui si parla del Gesù glorificato e non più del Messia.

 

1 CORINZI 15:45 Così sta anche scritto: «Il primo uomo, Adamo, divenne anima vivente»; ma l'ultimo Adamo è Spirito che dà la vita. 46 Ma lo spirituale non è prima, bensì prima è il naturale, poi lo spirituale. 47 Il primo uomo, tratto dalla terra, è terrestre; il secondo uomo, che è il Signore, è dal cielo. 48 Qual è il terrestre tali sono anche i terrestri; e qual è il celeste, tali saranno anche i celesti. 49 E come abbiamo portato l'immagine del terrestre, porteremo anche l'immagine del celeste.

 

Il nostro essere naturale cammina sotto la guida e la dipendenza dello Spirito Santo, il quale ci dà l’unzione per fare le opere che Gesù faceva.

Il nostro essere spirituale camminerà senza la guida dello Spirito Santo quando saremo con DIO.

 

COLOSSESI 3:1 Se dunque siete risuscitati con Cristo, cercate le cose di lassù, dove Cristo è seduto alla destra di Dio. 2 Abbiate in mente le cose di lassù, non quelle che sono sulla terra, 3 perché voi siete morti e la vostra vita è nascosta con Cristo in Dio. 4 Quando Cristo che è la nostra vita apparirà, allora anche voi apparirete con lui in gloria.

 

Quando Cristo sarà manifestato in noi, allora avremo il corpo glorificato di Gesù; per giungere a questo, dobbiamo nutrirci della Parola di DIO per fare la Sua volontà, così da essere equipaggiati in ogni situazione che dovremo affrontare. Amen.

 

Cerca

Classe post incontro

Dalla seconda settimana di Febbraio avrà inizio la classe di preparazione al discepolato del post incontro, che incoraggia i partecipanti che hanno fatto l'incontro recentemente a consolidare la Parola ricevuta e l'impartizione, a non perdere le benedizioni che lo Spirito Santo ha già elargito per affrontare il mondo da guerrieri più che vincitori. Gli studi saranno fatti ogni Venerdì alle ore 19:30 Insegnante: Pastore Pina Cavallo

Scuola di formazione biblica 2'liv.

Ogni Venerdì alle ore 19:30 vengono impartiti degli insegnamenti atti a consolidare la fede cristiana e ad incoraggiare ogni discepolo a cercare la propria chiamata nel proposito di Dio. Vi possono partecipare i battezzati in acqua e coloro che sono membri effettivi della Chiesa, predisposti ad essere discepolati. Si richiede l'aver partecipato alla classe di 1' livello.

Porte aperte

Compassion

Fai la tua donazione con bonifico bancario

CONTO SU BANCA INTESA SAN PAOLO

BENEFICIARIO: A.C.A.P.

(Associazione Cristiana Aiuto prossimo)

IBAN:

IT37T0306909606100000067488