f t g m
  • ISPICA

  • Pastori fondatori

  • Interno della sala di culto

  • Esterno della CHIESA

Copyright 2022 - Custom text here

DIPENDE DA ME

CLICCA PER VEDERE E ASCOLTARE

 

Dipende da ognuno di noi ricevere ciò che DIO vuole darci, nonostante la nostra stanchezza o le avversità. Dipende da ognuno di noi amare e dare valore a chi ci sta davanti.

Oggi le persone hanno gli occhi stanchi, si trascinano senza gioia ogni giorno. La cattiveria e l’iniquità aumentano e l’amore di molti si raffredda e si raffredderà ancora. Ma noi non siamo parte dei molti, perché spetta a noi trasmettere gioia.

 

MATTEO 24:12 Poiché l'iniquità aumenterà, l'amore dei più si raffredderà.

 

Per iniquità non è da intendersi il peccato, anche se essa è parente sia della trasgressione che del peccato.

 

ESODO 34:7 che conserva la sua bontà fino alla millesima generazione, che perdona l'iniquità, la trasgressione e il peccato ma non terrà il colpevole per innocente; che punisce l'iniquità dei padri sopra i figli e sopra i figli dei figli, fino alla terza e alla quarta generazione!»

 

Come si evince dalla Scrittura tre cose portano a dover pagare un prezzo: iniquità, trasgressione e peccato. Ma se siamo vincitori in Cristo Gesù, spetta a noi prendere la vittoria ed a non vivere più di sconfitta in sconfitta, poiché abbiamo la possibilità di scegliere di non peccare.

 

ROMANI 6:13 e non prestate le vostre membra al peccato, come strumenti d'iniquità; ma presentate voi stessi a Dio, come di morti fatti viventi, e le vostre membra come strumenti di giustizia a Dio;

 

Le nostre membra non devono essere prestate al peccato ma piuttosto date nelle mani di DIO per diventare strumenti di giustizia. Poiché l’iniquità è da intendersi come il disprezzo della legge e la mancanza di giustizia.

 

ROMANI 3:10 com'è scritto:«Non c'è nessun giusto,neppure uno.

Siamo giustificati nel giusto che è Cristo Gesù. Ogni giorno, invece, vediamo la totale mancanza di giustizia perché non conosce il giusto che è Gesù; rischiamo di svuotarci della giustizia e riempirci dell’iniquità che avvolge il mondo.

 

1 GIOVANNI 2:16 Perché tutto ciò che è nel mondo, la concupiscenza della carne, la concupiscenza degli occhi e la superbia della vita, non viene dal Padre, ma dal mondo. 17 E il mondo passa con la sua concupiscenza; ma chi fa la volontà di Dio rimane in eterno.

 

L’orgoglio della vita e la concupiscenza della carne sono esistite fin dalla creazione del mondo, lo troviamo scritto in:

 

GENESI 3:6 La donna osservò che l'albero era buono per nutrirsi, che era bello da vedere e che l'albero era desiderabile per acquistare conoscenza; prese del frutto, ne mangiò e ne diede anche a suo marito, che era con lei, ed egli ne mangiò.

 

Il buco nero dell’oscurità potrebbe anche attirare ed intrappolare anche gli eletti che siamo noi, se ci avviciniamo troppo. Quindi, stiamo attenti a quello che il mondo ci offre e che ci allontana da DIO, attirandoci verso il buco nero. Perciò, né qualcosa né qualcuno deve prendere il posto di DIO. Non aspettiamo che siano gli altri a chiederci scusa, perché il perdono libera noi stessi, anche se non abbiamo colpa, dobbiamo chiedere scusa senza cercare giustificazione alcuna. Così manifesteremo la luce di DIO in un mondo dove non c’è rispetto né gioia.

Non perdiamo di vista lo scopo della nostra vita ovvero il combattimento che sta fuori dalla chiesa, e che è dentro la nostra famiglia e consiste nel non accorgerci del malessere di nostro figlio o del nostro coniuge.

 

Matteo 11:12 Dai giorni di Giovanni il battista fino a ora, il regno dei cieli è preso a forza e i violenti se ne impadroniscono.

 

Violenza nel nostro spirito quando siamo stanchi fisicamente. Siamo chiamati ad alzarci dal confort della nostra vita, a non restare comodamente seduti nel nostro divano, perché siamo negli ultimi tempi e la battaglia si sta facendo sempre più dura. Non possiamo rispondere al caos con altro caos, o parlare male dei politici, dei virologi, ecc. in quanto siamo chiamati a pregare per le nostre autorità e per coloro che sono del mondo.

 

ROMANI 12:21 Non lasciarti vincere dal male, ma vinci il male con il bene.

 

Rispondiamo al male con il bene, alla maldicenza benedicendo. Non lasciamo spazio all’iniquità che è malvagità e mancanza di santi pensieri.

 

PROVERBI 23:7 poiché, nell'intimo suo, egli è calcolatore; ti dirà: «Mangia e bevi!»,ma il suo cuore non è con te.

 

Stiamo attenti ai nostri pensieri, rifiutiamo ciò che ci viene detto e che è in disaccordo alla Parola di DIO.

 

GIACOMO 1:14 invece ognuno è tentato dalla propria concupiscenza che lo attrae e lo seduce.

 

Siamo tentati quando siamo trascinati dalla nostra passione di seguire i cattivi pensieri che poi si trasformano in azioni cattive, finendo nella trasgressione.

 

GENESI 4:7 Se agisci bene, non rialzerai il volto? Ma se agisci male, il peccato sta spiandoti alla porta, e i suoi desideri sono rivolti contro di te; ma tu dominalo!»

 

Il peccato non ha potere nella nostra vita ma ci tende degli agguati, sta a noi non cadere in trappola. Il nostro tesoro è la presenza di DIO nella nostra vita.

 

1 GIOVANNI 1:5 Questo è il messaggio che abbiamo udito da lui e che vi annunciamo: Dio è luce, e in lui non ci sono tenebre.

 

Se c’è qualcosa che ci impedisce di parlare con il nostro pastore, con le autorità che DIO ci ha messo davanti, questo è un campanello d’allarme a cui dobbiamo prestare attenzione.

Il peccato è la conseguenza dell’azione compiuta ma è anche il mancare il bersaglio che DIO vuole che raggiungiamo.

 

ROMANI 6:23 perché il salario del peccato è la morte, ma il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù, nostro Signore.

 

Il dono ci viene dato da DIO perché ci ama, ma il salario viene dato per qualcosa che abbiamo fatto. Avere troppa passione per qualcosa che ci piace, ci allontana da ciò che è santo, se i nostri pensieri non si allineano a quelli di DIO. Dipende da noi poiché siamo noi a dover fare la differenza e portare gioia a coloro che sono tristi e che pensano di farla finita perché delusi dal mondo.

 

SALMO119:174 Io bramo la tua salvezza, SIGNORE, e la tua legge è la mia gioia.

 

Questa è l’unica concupiscenza santa nella nostra vita: desiderare la salvezza di DIO su questa terra che è gioia e pace, oltre a quella che ci porterà in cielo, quando finiremo la nostra vita terrena. Desiderare di conoscere la Parola di DIO ed ubbidire ad essa, essendo facitori e non semplici. Come sta scritto in:

 

GIACOMO 1:22 Ma mettete in pratica la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi.

 

Dobbiamo essere servi della Parola di DIO, servi di Cristo e non di satana perché ciò accade quando non ubbidiamo alla legge di DIO. La felicità è qualcosa di passeggero ma la gioia di avere Gesù nel nostro cuore è durevole e può essere trasmessa agli altri.

La gioia di DIO ci permette di vivere sereni anche in mezzo alla tempesta perché sappiamo di appartenere a Gesù Cristo. Anche questo dipende da noi.

 

SALMO 51:12-13   Rendimi la gioia della tua salvezza e uno spirito volenteroso mi sostenga. 13 Insegnerò le tue vie ai colpevoli, e i peccatori si convertiranno a te.

 

Rendimi ovvero, restaura; l’unica gioia è quella della benedizione che regna in noi, che ci sostiene e ci incoraggia; è lo Spirito Santo che ci dà la forza di insegnare la via giusta ai trasgressori ed ai perduti. Siamo ripieni di gioia se stiamo alla presenza di DIO, nella nostra cameretta segreta dove in silenzio aspettiamo che Lui ci riempia di gioia per poi andare fuori e portare persone a Cristo.

Non possiamo vivere da miliardari e vedere accanto a noi persone che muoiono di fame spirituale. Siamo ricchi in Cristo Gesù e dobbiamo portare l’amore di DIO in ogni luogo, perché la nostra carne è morta e la nostra unica concupiscenza è quella di voler trasmettere la gioia del Signore Gesù, sostenuti e guidati dallo Spirito Santo; così porteremo le persone a Cristo.

Quindi, chiediamo a DIO di renderci la gioia della Sua salvezza per manifestarla poi al mondo. Amen.

 

Cerca

Classe post incontro

Dalla seconda settimana di Febbraio avrà inizio la classe di preparazione al discepolato del post incontro, che incoraggia i partecipanti che hanno fatto l'incontro recentemente a consolidare la Parola ricevuta e l'impartizione, a non perdere le benedizioni che lo Spirito Santo ha già elargito per affrontare il mondo da guerrieri più che vincitori. Gli studi saranno fatti ogni Venerdì alle ore 19:30 Insegnante: Pastore Pina Cavallo

Scuola di formazione biblica 2'liv.

Ogni Venerdì alle ore 19:30 vengono impartiti degli insegnamenti atti a consolidare la fede cristiana e ad incoraggiare ogni discepolo a cercare la propria chiamata nel proposito di Dio. Vi possono partecipare i battezzati in acqua e coloro che sono membri effettivi della Chiesa, predisposti ad essere discepolati. Si richiede l'aver partecipato alla classe di 1' livello.

Porte aperte

Compassion

Fai la tua donazione con bonifico bancario

CONTO SU BANCA INTESA SAN PAOLO

BENEFICIARIO: A.C.A.P.

(Associazione Cristiana Aiuto prossimo)

IBAN:

IT37T0306909606100000067488