Blue Flower

                                                                                                                                                                                                                        At 4:10 sia noto a tutti voi e a tutto il popolo d'Israele che ciò è stato fatto nel nome di Gesù Cristo il Nazareno, che voi avete crocifisso e che Dio ha risuscitato dai morti; in virtù di lui compare davanti a voi quest'uomo completamente guarito. 11 Questi è la pietra che è stata da voi edificatori rigettata e che è divenuta la testata d'angolo.

12 E in nessun altro vi è la salvezza, poiché non c'è alcun altro nome sotto il cielo che sia dato agli uomini, per mezzo del quale dobbiamo essere salvati».

 

Non c’è nessun altro nome che è stato dato sotto il cielo per la Salvezza, se non il nome di Gesù. Nessuno deve dimenticare che è e cosa ha fatto e fa Gesù per noi; Lui è la risposta per ogni afflizione sia che riguardi le persone sia che riguardi il mondo che è afflitto da cambiamenti climatici catastrofici perché purtroppo siamo al tempo della fine.

Siamo nell’ultimo secolo in cui ci troveremo in questa situazione, perché dopo ci sarà un grande ristoro per la terra.

Purtroppo siamo anche nell’epoca in cui, come mai prima, il diavolo si dà da fare per far credere che Gesù è stato solo un grande uomo che ha lasciato una grande traccia, come la lasciarono Mosè, re Davide, Giulio Cesare od altri personaggi storici, cercando di farci dimenticare che Gesù è il Figlio di DIO, che si è fatto uomo ma che come spirito si è denudato dell’essere divino per poter comprendere l’uomo fino in fondo, e che poi, dopo la morte fisica avvenuta sulla croce, Gesù è tornato ad essere Spirito e Figlio del DIO vivente, con tutte le caratteristiche divine.

Infatti solo Gesù è risorto al terzo giorno della sua morte e nessun altro lo ha fatto. Per cui in nessun altro nome c’è salvezza, in nessuna altra persona o divinità.

 

Giovanni 1:1 Nel principio era la Parola e la Parola era presso Dio, e la Parola era Dio. 2 Egli (la Parola) era nel principio con Dio. 3 Tutte le cose sono state fatte per mezzo di lui (la Parola), e senza di lui nessuna delle cose fatte è stata fatta. 4 In lui era la vita, e la vita era la luce degli uomini.

 

Giovanni 8:58 Gesù disse loro: <<In verità, in verità io vi dico: prima che Abrahamo fosse nato, io sono>>.

 

Al versetto 58 Gesù ci dice chi Lui è, ovvero colui che insieme con DIO Padre e lo Spirito Santo ha creato il mondo; Gesù è stato generato nell’eternità, dove non c’è né un inizio né una fine; Gesù è la Parola che crea e dichiara con potenza ed autorità il disegno del Padre che viene realizzato dallo Spirito Santo. Gesù è il creatore di tutto, ecco perché Lui faceva guarire gli occhi dei ciechi e risuscitava i morti.

Gesù è anche il creatore del nostro nuovo spirito, della nuova creatura che prende il posto di quella vecchia.

 

Giovanni 14:19 Ancora un po' di tempo e il mondo non mi vedrà più, ma voi mi vedrete; poiché io vivo, anche voi vivrete.

 

Gesù è la nostra vita, in noi vive l’uomo nuovo che è in grado di ascoltare la Sua voce.

 

Giovanni 8:12 E Gesù di nuovo parlò loro, dicendo: <<Io sono la luce del mondo; chi mi segue non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita>>.

 

Giovanni 9:5 Mentre sono nel mondo, io sono la luce del mondo.

 

Gesù è la luce del mondo, di chi lo riconosce e lo accetta, lo segue, lo crede e lo ubbidisce. Anche attraverso noi, che crediamo in Lui e diventiamo portatori di pace e di luce, gli altri possono vedere Gesù. Per questo dobbiamo nutrirci della Parola e dobbiamo praticarla. Se camminiamo nella luce abbiamo tutto da guadagnare, perché la luce ci fa vedere gli ostacoli che abbiamo davanti e nel bisogno impareremo ad affidarci e dipendere da DIO.

 

Giovanni 10:9 Io sono la porta; se uno entra per mezzo di me sarà salvato; entrerà, uscirà e troverà pascolo.

 

Gesù, che è la porta, ci fa entrare nel mondo dello spirito, nel regno di DIO. E’ attraverso la fede in Gesù che entriamo nel regno di DIO e realizziamo giustizia, pace e gioia con l’aiuto dello Spirito Santo.

 

Giovanni 10:11-15 Il ladro non viene se non per rubare, uccidere e distruggere; ma io sono venuto affinché abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza. 11 Io sono il buon pastore; il buon pastore depone la sua vita per le pecore. 12 Ma il mercenario, che non è pastore e a cui non appartengono le pecore, vede venire il lupo, abbandona le pecore e fugge; e il lupo rapisce e disperde le pecore. 13 Or il mercenario fugge, perché è mercenario e non si cura delle pecore. 14 Io sono il buon pastore, e conosco le mie pecore e le mie conoscono me, 15 come il Padre conosce me e io conosco il Padre, e depongo la mia vita per le pecore.

 

Gesù è il buon pastore; sulla terra ci sono pastori e mercenari, ma uno soltanto è il buon pastore, Gesù. Tutti gli altri hanno di buono solo il fatto che credono in Gesù e svolgono al meglio di come possono, il compito loro affidato di prendersi cura delle anime.

Quindi tutti i pastori fanno parte del gregge di Gesù. Come membri di un gregge e di chiesa, devono stare attenti come le altre pecore, a non esprimere giudizi sulle persone che sono pecore del gregge di Gesù, perché per Lui hanno un altissimo valore e gli sono costate a caro prezzo.

 

Giovanni 10:26 Ma voi non credete, perché non siete delle mie pecore, come vi ho detto. 27 Le mie pecore ascoltano la mia voce, io le conosco ed esse mi seguono; 28 e io do loro la vita eterna e non periranno mai, e nessuno le rapirà dalla mia mano. 29 Il Padre mio, che me le ha date, è più grande di tutti; e nessuno le può rapire dalla mano del Padre mio. 30 Io e il Padre siamo uno.

 

Siamo sue pecore se ascoltiamo la Sua Parola e la mettiamo in pratica; ma chi diviene dio di se stesso, non fa parte del gregge di Gesù.

 

Giovanni 6:35 E Gesù disse loro: <<Io sono il pane della vita; chi viene a me non avrà mai fame e chi crede in me non avrà mai sete.; 48 Io sono il pane della vita; 51 Io sono il pane vivente che è disceso dal cielo; se uno mangia di questo pane vivrà in eterno; or il pane che darò è la mia carne, che io darò per la vita del mondo.

 

Gesù è colui che ci sfama e ci dà nutrimento per avanzare nel regno dello Spirito e vivere nell’eternità, oltre che crescere nella fede che ci fa spostare le montagne.

 

Ebrei 10:38 E il giusto vivrà per fede; ma se si tira indietro l’anima mia non lo gradisce.

 

Se udremo la voce di Gesù, vedremo anche il suo volto, per questo abbiamo bisogno di parlare ad alta voce la Sua Parola.

 

Giovanni 7:38 Chi crede in me, come ha detto la Scrittura, dal suo seno sgorgheranno fiumi d’acqua viva.

 

Giovanni 14:12 In verità, in verità vi dico: chi crede in me farà anch’egli le opere che io faccio; anzi ne farà di più grandi di queste, perché io vado al Padre mio.

 

Abbiamo bisogno di credere in quello che Gesù ci ha detto, perché da Lui sgorgano fiumi di acqua viva che ci dissetano ed alimentano la nostra fede, così saremo in grado di fare le stesse opere che faceva Lui.

 

Giovanni 11:25 Gesù le disse: <<Io sono la resurrezione e la vita; chiunque crede in me, anche se fosse morto, vivrà.

 

Da questo si desume che Gesù è anche la resurrezione per chiunque crede in Lui.

Chi crede in Lui parteciperà solo alla prima morte cioè quella fisica oppure, se sarà ancora vivo, parteciperà al rapimento quando Gesù scenderà una seconda volta dal cielo per portarci con Lui, e non sarà partecipe della seconda morte che è quella eterna che spetta a tutti coloro che non hanno creduto in Gesù. Amen.