CHIESA  CRISTIANA "PAROLA DELLA GRAZIA" ISPICA 

 

 

 

 

 2 CORINZI 9:2 poiché conosco la prontezza dell'animo vostro, per la quale mi glorio di voi presso i Macedoni, dicendo che l'Acaia è pronta fin dall'anno scorso; e lo zelo da parte vostra ne ha stimolati molti.

 

In Acaia, che era un territorio della città di Corinto, c’erano alcuni cristiani zelanti che hanno stimolato tanti ad essere pronti alla guerra, alla conquista, alla predicazione del sacrificio di Gesù Cristo ed a portare il messaggio della salvezza a chiunque crede in Lui.

 

SALMO 104:4 Fa dei venti i suoi messaggeri e una fiamma di fuoco i suoi ministri.

 

EBREI 1:7 Ma degli angeli dice: «Dei suoi angeli fa dei venti, e dei suoi ministri una fiamma di fuoco»;

 

In questi versetti viene usato il temine “ministri”, che sta ad indicare coloro che sono disposti a servire, coloro che hanno l’attitudine di servi. DIO fa di queste persone come fiamme di fuoco, poiché Lui vuole che la Sua chiesa non sia fatta da cristiani ma di fiamme di fuoco che si sono immersi nella presenza di DIO e non sono tiepide, poiché in Apocalisse sta scritto che DIO riscalda coloro che sono freddi ma vomita coloro che sono tiepidi riguardo alle cose del Suo regno, poiché ci vuole caldi, pieni di zelo e di una passione speciale per l’opera compiuta da Gesù sulla croce, che ci ha resi giusti per farci indossare la veste bianca per mostrare a tutti che DIO è buono e misericordioso e che il Signore vive.

 

2 CORINZI 3:18 E noi tutti, contemplando a faccia scoperta come in uno specchio la gloria del Signore, siamo trasformati nella stessa immagine di gloria in gloria, come per lo Spirito del Signore.

 

Per noi è preparato un vestito di gloria, un vestito stupendo, così come era stato dato ad Adamo, quando fu creato e che perse con la caduta. In chi viene trasformato di gloria in gloria, è come se questo vestito fosse formato da strati di gloria che si aggiungono man mano che cammina in ubbidienza a Gesù. Questo nel naturale non si vede ma è visibile nel mondo dello spirito in cui i demoni lo vedono da lontano e ne hanno paura.

Questa è la gloria promessa ai cristiani di questa generazione, in questo tempo, non solo per essere salvati ed avere un posto in cielo ma anche per essere sempre più somiglianti a Gesù Cristo che era vestito di gloria non vista dagli uomini ma dai demoni.

Domanda, oggi le fiamme di fuoco e i zelanti dove sono? Dove sono coloro che bruciano di passione? Ognuno si dia una risposta, ma segua anche l’esempio di Isaia a cui DIO disse:<< Chi manderò e chi andrà per me?>> e lui rispose:<<Signore, manda me>>.

Siamo chiamati ad esaminarci ed a dire a DIO:<<Signore manda me, perché desidero essere zelante e divenire una fiamma di fuoco che brucia di passione per Te, affinché possa essere rivestito della Tua gloria>>. Questo accade perché è una promessa, poiché sta scritto che contemplando la gloria del Signore, saremo trasformati di gloria in gloria.

Chiediamoci che cosa stiamo contemplando, se stiamo contemplando le cose del mondo, mentre dovremmo guardare a chi viene ignorato e dovrebbe essere piuttosto il numero uno. Sono tempi in cui il nemico sta facendo un lavoro di distrazione per tenere le persone lontane dal vero cibo che sazia, lo stare alla presenza di DIO.

 

1 TIMOTEO 2:3 Questo infatti è buono ed accettevole davanti a Dio, nostro Salvatore, 4 il quale vuole che tutti gli uomini siano salvati, e che vengano alla conoscenza della verità.

 

DIO vuole che tutti gli uomini siano salvati attraverso la Sua Parola condivisa con il nostro esempio, non semplicemente dando un opuscolo che parla di DIO, ma con il nostro sguardo ripieno dell’amore di DIO, trasmettendo la tanta fiducia in DIO che è nel nostro cuore. La società di oggi è ostile a credere in DIO, le persone hanno il cuore indurito e non sono disposti ad ascoltare ma sono dediti ai piaceri del mondo e della carnalità, essendo avidi ed egoisti, pensando di godersi la vita senza sapere che si stanno auto distruggendo, le persone sono sempre più arroganti e presuntuose, ostili nei confronti delle cose di DIO, distratte al punto tale di non occuparsi di come stanno le persone che gli sono accanto. Oggi è raro vedere i figli che si prendono cura dei loro genitori ma pretendono soltanto, senza dare nulla in cambio.

Avere DIO nella vita e nel proprio cuore è importante, perché questo ci permette di guarire questa società di oggi che è tanto malata e che ha estromesso del tutto l’ Eterno. Possiamo fare questo se siamo ministri, ovvero persone che sono servi, fiamme di fuoco che non hanno paura di quello che ci può fare il nemico ma che hanno il santo timore di DIO e l’unica cosa che vogliono è piacere a Lui. Nella Bibbia ci sono stati degli esempi riguardo a questo, dei ministri che non hanno avuto paura di andare nel fuoco, si tratta dei tre amici di Daniele, che furono messi dentro una fornace di fuoco ardente perché non vollero rinnegare DIO ed erano zelanti nel pregarLo ogni giorno, avendo una sicura fiducia. Essi non bruciarono perché con loro c’era anche Gesù, che probabilmente li ha rivestiti di gloria e protetti con lo scudo della loro fede. Essi si nutrivano della Parola di DIO ed anche per noi deve essere così, la sostanza di cui dovremmo nutrirci ogni giorno per manifestare con la nostra vita che la Parola vive in noi. Perciò dovremmo pensare la Parola, dichiararla ed agire secondo ad essa.

 

LUCA 4:14 E Gesù, nella potenza dello Spirito, se ne ritornò in Galilea e la sua fama si sparse per tutta la regione all'intorno. 15 Ed egli insegnava nelle loro sinagoghe, essendo onorato da tutti.

 

 Gesù era sempre ripieno della potenza dello Spirito Santo, perciò era onorato ed amato da coloro che erano assetati della Parola di DIO.

 

LUCA 4:33 Or nella sinagoga c'era un uomo, posseduto da uno spirito di un demone immondo, che si mise a gridare a gran voce, 34 dicendo: «Ah, che vi è fra noi e te, o Gesù Nazareno? Sei tu venuto per distruggerci? Io so chi tu sei: Il Santo di Dio!». 35 Ma Gesù lo sgridò, dicendo: «Ammutolisci ed esci da costui!». E il demone, dopo averlo gettato in mezzo a loro, uscì da lui senza fargli alcun male. 36 Allora tutti furono presi da stupore e si dicevano l'un l'altro: «Che parola è mai questa? Egli comanda con autorità e potenza agli spiriti immondi, e questi escono».

 

Gesù predicava, insegnava e guariva ma non cercava gli indemoniati, ma nel Suo cammino si manifestavano i demoni che si nascondevano nelle persone perché erano infastiditi dalla potenza dello Spirito Santo che era in Lui.

Se siamo come fiamme di fuoco, la stessa cosa deve accadere a noi, affinché le persone siano liberate dalle bugie che il nemico ha posto nella loro mente, rendendole incredule alle cose di DIO. La nostra autorità sui demoni funzionerà quando staremo alla presenza dell’Eterno costantemente per essere ripieni di Spirito Santo e trasformati di gloria in gloria.

 

LUCA 4:38 Uscito poi dalla sinagoga, Gesù entrò in casa di Simone. Or la suocera di Simone era stata colpita da una grande febbre; e gli fecero richiesta per lei. 39 Ed egli, chinatosi su di lei, sgridò la febbre e questa la lasciò; ed ella, alzatasi prontamente, si mise a servirli. 40 Al tramontar del sole, tutti coloro che avevano degli infermi colpiti da varie malattie li condussero da lui; ed egli, imposte le mani su ciascuno di loro, li guarì. 41 Da molti uscivano i demoni, gridando e dicendo: «Tu sei il Cristo, il Figlio di Dio». Ma egli li sgridava e non permetteva loro di parlare, perché sapevano che egli era il Cristo.

 

La suocera di Pietro, dedita a servire, fu liberata all’istante dalla gloria di DIO, perché c’era fiducia e riposo nel Signore. Quando è presente la gloria di DIO, i malati guariscono, gli indemoniati vengono liberati; perciò desideriamo di essere ripieni della Sua gloria, chiedendo a DIO di trasformarci mentre stiamo alla Sua presenza, essendo discepoli che osservano e fanno le cose che Gesù ci ha comandato, per poi trasmetterle ad altri affinché diventino anche loro dei discepoli.

La chiesa non deve essere, quindi fatta da cristiani ma da discepoli infuocati e zelanti; i cristiani ascoltano mentre i discepoli operano, ecco la differenza.

Abbiamo il privilegio di appartenere al regno della luce e della verità, DIO vuole fare grandi cose attraverso di noi e farci vivere una vita abbondante ripiena di Lui.

 

MARCO 16:17 E questi sono i segni che accompagneranno quelli che hanno creduto: nel mio nome scacceranno i demoni, parleranno nuove lingue; 18 prenderanno in mano dei serpenti, anche se berranno qualcosa di mortifero, non farà loro alcun male; imporranno le mani agli infermi, e questi guariranno».

 

Se i credenti non fanno questo, vorrà dire che non sono discepoli, non sono morti a se stessi, perché non cercano la presenza di DIO ogni giorno e non aspettano la Sua guida nelle decisioni importanti che devono prendere. Bisogna che ognuno viva per DIO e con DIO, che abbia comunione con lo Spirito Santo e che metta ogni preoccupazione nelle Sue mani. E’ la luce del Padre in noi, che farà la differenza quando saremo veramente arresi a Lui.

 

ATTI 4:29 Ed ora, Signore, considera le loro minacce e concedi ai tuoi servi di annunziare la tua parola con ogni franchezza, 30 stendendo la tua mano per guarire e perché si compiano segni e prodigi nel nome del tuo santo Figlio Gesù». 31 E, dopo che ebbero pregato, il luogo dove erano radunati tremò; e furono tutti ripieni di Spirito Santo, e annunziavano la parola di Dio con franchezza.

 

I discepoli erano e devono essere anche oggi, persone pronte a cercare la benedizione di DIO non solo per se stessi ma soprattutto per darla agli altri, poiché sta scritto che mentre noi ci occupiamo delle cose del regno di DIO, Lui si prenderà cura delle nostre, poiché tutte le cose ci saranno sopraggiunte.

Chiediamo al Signore di trasformarci in fiamme di fuoco per trasmettere vita, laddove il nemico sta operando distruzione portando paura e disinformazione. Sta per arrivare la persecuzione ed i credenti scompariranno dalle chiese perché temeranno la persecuzione e preferiranno stare a casa. Non è più tempo di essere cristiani ma discepoli zelanti ed infuocati di passione per il Signore Gesù e prima di essere servi dobbiamo essere ripieni dello Spirito di DIO.

I veri discepoli sono ormai in via di estinzione, ecco perché ognuno di noi deve impegnarsi per fare la differenza, essendo luce perché ripieni di Spirito Santo.

Perciò, prima di tutto dobbiamo ricercare la gloria di DIO, solo così arriverà il risveglio e potremo dire grandi cose stanno arrivando, grandi rivelazioni di quello che DIO vuole fare con noi e benedizioni nella nostra vita, che riceveremo, se saremo pronti ad essere trasformati di gloria in gloria. Amen.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Accesso utenti